Fatturazione elettronica

Il 30.4.2018 l’Agenzia delle Entrate ha emanato il provvedimento n. 89757 contenente le regole da applicare per l’emissione e la ricezione della fattura elettronica, indicando le possibili modalità con le quali il documento può essere recepito.
L' Agenzia delle Entrate, con comunicato stampa 14.6.2018 n. 73, ha indicato che, ai fini degli obblighi di fatturazione elettronica, sono disponibili i seguenti servizi:

  • registrazione dell’indirizzo telematico (PEC o “codice destinatario” di 7 cifre), insieme alla partita IVA dei soggetti passivi che ne faranno richiesta.
  • generazione del “QR-Code”, codice a barre bidimensionale che identifica ciascun soggetto IVA nei confronti del proprio fornitore.

In particolare si evidenzia che l’utilità del “QR-Code” è quella di consentire l’istantanea identificazione del soggetto passivo (partita IVA ed annessi dati anagrafici) al fine di ridurre gli errori nella fase di compilazione e generazione della fattura elettronica.
Il QR-Code, stampato su carta o salvato su smartphone o tablet, consente, attraverso scansione eseguita con appositi lettori, di acquisire le informazioni anagrafiche IVA del cessionario/committente e il suo indirizzo telematico, necessarie ai fini della corretta fatturazione.

Di seguito, il QRcode che corrisponde ai nostri dati societari per la procedura di fatturazione elettronica: